Il conto della crisi dell’università italiana lo pagheremo tutti noi

L’intervento di Mario Morcellini sulla crisi dell’università italiana e sui costi sociali che essa comporta, pubblicato su «ROARS» il 20 agosto, solleva molte e importanti questioni, per esempio a proposito del «combinato disposto tra crisi economica e politiche universitarie recessive [che ha] ulteriormente ridotto, nell’accesso all’istruzione universitaria, la già modesta quota di studenti provenienti da famiglie più deboli».

Sono intervenuto sulla stessa sede per contribure a dare risposta al quesito che fa da titolo al suo articolo: «Chi paga il conto della crisi?». Col conforto di alcuni dati, emerge un’inquietante risposta alla domanda posta nell’articolo di Morcellini: i conti dello smantellamento del sistema pubblico dell’istruzione superiore li pagherà l’intero paese.

Questa voce è stata pubblicata in Istruzione, Politiche culturali, Università e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− due = 4

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *