In biblioteca si può….

Dopo qualche mese di pausa, dovuta a questioni personali di varia natura (tra cui due traslochi, uno dell’abitazione o uno della sede del Dipartimento, che hanno avuto effetti devastanti), riprendo il mio dialogo.

———————

Ricominciamo con un sorriso.

All’amore non si comanda, nemmeno quando il luogo lo sconsiglierebbe. E così la biblioteca di Vimercate, comune della provincia di Monza e Brianza, si adegua, tanto da varare un regolamento che permette di “corteggiare secondo le regole del galateo”.

Il decalogo con poche prescrizioni e molti consigli, è comparso dopo l’inaugurazione del “Giardino della lettura”, uno spazio all’aperto per lo studio, ma anche per “conversare, meditare e fare yoga”, come si legge nel regolamento. Un regolamento ispirato alla gentilezza, che invita a “raccontare storie”, ricordando a tutti che si può anche “guardare le stelle”. «Da sempre siamo convinti che la biblioteca sia un luogo di inclusione e non il contrario. Da qui è nata l’idea di scrivere una sorta di decalogo mettendo sempre al primo posto le esigenze dei nostri utenti. Ad esempio nessuno vieta di bere una birra, l’importante è che il giardino della lettura non si trasformi in un bivacco», racconta Angelo Marchesi, dirigente dell’area Cultura del Comune brianzolo.

Questa voce è stata pubblicata in Biblioteche e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro − 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *