I temi dell’esame di maturità

Quest’anno il MIUR ha individuato per gli esami di maturità delle tracce a mio avviso molto belle, alcune delle quali inducono a riflettere sul valore della conoscenza e della comunicazione.

Un omaggio a Italo Calvino, di cui tra poco ricorreranno i trent’anni dalla morte, con l’analisi di un brano tratto da «Il sentiero dei nidi di ragno». E poi la famosa frase pronunciata da Malala Yousafzai (l’adolescente pakistana premiata con il Nobel per la pace) alle Nazioni Unite sul diritto all’istruzione: «Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo». Il tema di storia propone il testamento spirituale di un ufficiale dell’esercito che dopo l’8 settembre 1943 partecipò attivamente alla Resistenza. Per il saggio breve è stata prevista una riflessione sulla letteratura come esperienza di vita. Interessante anche la traccia proposta per l’ambito tecnico-scientifico: «Lo sviluppo scientifico e tecnologico dell’elettronica e dell’informatica che ha trasformato il mondo della comunicazione che oggi è dominato dalla connettività. Questi rapidi e profondi mutamenti offrono vaste opportunità ma suscitano anche riflessioni critiche».

Questa voce è stata pubblicata in Scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ uno = 5

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *