Il Presidente Mattarella incontra il Premio Strega

Oggi, in occasione dell’avvio della settantacinquesima edizione del Premio Strega, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato al Palazzo del Quirinale una rappresentanza del Comitato direttivo del Premio. L’incontro è stato molto emozionante: il Presidente si è mostrato molto interessato allo spirito con cui portiamo avanti il Premio, nato subito dopo la seconda guerra mondiale, quando esponenti del mondo dalla cultura, delle istituzioni e delle imprese vollero dar vita ad una iniziativa che contribuisse alla rinascita del Paese. «L’idea di una giuria vasta e democratica», scrisse la fondatrice Maria Bellonci, «nacque dalla nuova coscienza sorta nei tempi tanto incisivi della Resistenza durante i quali avevo imparato che gli uomini esistono gli uni per gli altri e che gli scrittori non fanno eccezione».

Nel corso di una lunga e cordiale conversazione abbiamo illustrato al Presidente le attività della Fondazione Bellonci, le azioni a favore della promozione della lettura, le collaborazioni col mondo della scuola. Gli abbiamo fatto omaggio dei dodici libri candidati all’edizione 2021, del volume che racconta la nascita del riconoscimento letterario, Il Premio Strega di Maria Bellonci (1969), e dell’edizione della Costituzione italiana stampata dalla Fondazione Bellonci e da UTET nel 2006, anno in cui alla nostra Carta venne assegnato un Premio Strega speciale «per la nitidezza senza equivoci dei suoi principi – scrisse Tullio De Mauro nella motivazione – frutto di un’alta tensione espressiva che ha consentito e consente ad essa di parlare per tutte e a tutte le coscienze, come sanno fare le opere più alte della nostra letteratura».

Nei prossimi giorni, i dodici principi fondamentali della Costituzione saranno oggetto di una iniziativa che vedrà coinvolti gli autori candidati. Ogni scrittore della dozzina leggerà e commenterà un articolo in un breve video che sarà prodotto e diffuso in collaborazione con il Centro per il Libro e la Lettura tra il 23 aprile, Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, e il 25 aprile, Anniversario della liberazione d’Italia.

Questa voce è stata pubblicata in Premi letterari e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + = 8

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *