Un libro è un libro

L’Associazione italiana editori (AIE) lancia una campagna per l’equiparazione tra l’aliquota IVA prevista per i libri di carta (in Italia 4%) e quella che si paga per gli ebook (in Italia 22%). Problema europeo, non solo italiano, mentre in USA si verifica la situazione opposta: sui libri cartacei l’IVA dipende dai singoli stati, per gli ebook il Governo federale l’ha invece azzerata.

Non si tratta solo di una questione di carattere fiscale – assurda sotto ogni profilo –, che frena la diffusione dei libri elettronici e contribuisce a tenerne troppo elevato il prezzo, incidendo pesantemente anche sui bilanci delle biblioteche: è una discriminazione che nega agli ebook la loro dignità di libro e di oggetto culturale, equiparandoli invece al software e ai videogames.

Se volete aderire, potete partecipare tramite il sito www.unlibroeunlibro.org, o twitter #unlibroèunlibro o https://www.facebook.com/unlibroeunlibro. La campagna è appena partita e già parecchi personaggi noti al grande pubblico ci “hanno messo la faccia”:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.730096317075717.1073741829.714512348634114&type=1 .

Questa voce è stata pubblicata in Editoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − 5 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *